La città che vogliamo comincia ad immaginare la Ferrara del Futuro

La sera di giovedì 13/12 si è tenuto a Ferrara un nuovo incontro pubblico organizzato da La Città Che Vogliamo, un gruppo di persone interessate a costruire un’alternativa per la città, preparandosi alla prossima consultazione elettorale in forma di gruppo di pressione o di lista civica. La Città Che Vogliamo si ispira agli ideali della Costituzione nata dalla Resistenza ed ha cominciato a definire la sua visione della Ferrara del futuro con un proprio Manifesto.

Ieri un centinaio di persone di età ed estrazione le più disparate si sono riunite al Consorzio Factory Grisù per ragionare, divise in gruppi di lavoro, su proposte relative a Partecipazione e Lavoro/Innovazione, temi al centro del Manifesto elaborato sulla base di precedenti assemblee aperte ai cittadini.

La volontà è quella, a partire dalle visioni espresse nel Manifesto, di elaborare idee concrete, espressione dei bisogni della comunità, sulle quali l’amministrazione che governerà Ferrara possa costruire il suo mandato.
Sono emerse circa venti proposte che sono state votate al termine dell’evento, per stabilire degli obiettivi a cui dare priorità, con l’impegno di tenere in considerazione tutte le istanze condivise.

La Città Che Vogliamo si propone di continuare creare momenti di incontro e confronto dai quali far emergere proposte programmatiche da veicolare attraverso una lista civica se dal percorso emergeranno persone che vorranno impegnarsi in tal senso, oppure da consegnare a candidati che intenderanno farsene carico.

Il prossimo incontro è stato fissato per la sera del 10 gennaio 2019 sempre a Grisù per continuare ad elaborare proposte sulla base dei punti del Manifesto.

Share:

Leave a Comment

Newsletter